Home Calabria Francesco Baccellieri Day: grande dimostrazione d’affetto per la bandiera melitese

Francesco Baccellieri Day: grande dimostrazione d’affetto per la bandiera melitese

0
0

11902446_10204415980016020_5005939103874068275_n

Ci si aspettava un pomeriggio all’insegna dell’amicizia e dell’allegria e i pronostici della vigilia sono stati ampiamente rispettati. Francesco Baccellieri non poteva immaginare un addio al calcio giocato migliore di quello che gli amici gli hanno riservato ieri. Annunciata la decisione di appendere gli scarpini al chiodo all’incirca un mese fa, la bandiera del calcio melitese ha ricevuto numerosissimi messaggi d’affetto e attestati di stima ma, per sua stessa ammissione, non avrebbe mai potuto aspettarsi la realizzazione di un evento simile. E invece grazie all’impegno in primis di Carmelo Minniti, ideatore ed organizzatore dell’evento, “The Captain Tribute Match” è diventato realtà. Sul sintetico del “Saverio Spinella” di Melito Porto Salvo hanno sfilato ex compagni e avversari di Francesco Baccellieri nei suoi 22 anni di onorata carriera calcistica nei quali il capitano ha tenuto alto il nome della sua città spingendosi fino ai confini regionali: tra loro anche Ciccio Marra, ex bomber di Cosenza e Messina e adesso allenatore. Presenti allo storico appuntamento anche volti noti del calcio dilettantistico calabrese ancora in attività: Claudio Minicuci e Giovanni Calabrò, protagonisti insieme a Baccellieri dell’ultima stagione del Futsal Melito chiusa con il terzo posto nel girone F di Seconda Categoria e con la terza migliore difesa. A rappresentare il Futsal Melito anche il presidente Salvatore Idà e mister Silvio Malaspina, mentre per il Borgo Grecanico c’erano il presidente e allenatore Antonio Cormaci e l’altro tecnico Demetrio Romeo. Rappresentata anche l’Amministrazione Comunale melitese con la presenza di Patrizia Crea, Assessore con delega al Turismo, Sport e Spettacolo, Politiche Sociali, Politiche Comunitarie e Polizia Municipale, e Rocco De Pietro, assessore con delega al Marketing Territoriale, rapporto con gli Enti Esterni, Edilizia Pubblica, Patrimonio, Agricoltura e Pesca.

11200807_10204415978215975_611993430388548196_n
La squadra bianca.

I partecipanti al “Baccellieri day” si sono affrontati in una gara da 80 minuti, 40 per tempo, diretta dal direttore regionale di I AM Calcio Calabria Gianluca Trunfio il quale, prima di indossare i panni del giornalista, vestiva quelli di direttore di gara. A fungere da elemento distintivo tra le due squadre soltanto il colore della maglia, rosso per l’una e bianco per l’altra, e la foto di Baccellieri sul davanti. Tutte le casacche, infatti, portavano sul retro il numero 13, numero caro a Francesco che nel corso della sua carriera si è sempre ispirato ad Alessandro Nesta. Sulla parte anteriore, insieme alla foto, anche una scritta a ricordo dell’evento. Ad indossare le magliette celebrative anche i due piccoli eredi di casa Baccellieri, ai quali il padre ha già iniziato a trasmettere l’amore per il calcio.

La squadra rossa.
La squadra rossa.

 

La partita, per la cronaca, si è chiusa sul punteggio di 5-5. Francesco Baccellieri, di scena tra i bianchi, ha realizzato una tripletta che ha messo in mostra i pezzi migliori del suo repertorio: grandi qualità balistiche per trasformare un calcio di punizione dal limite dell’area, freddezza e precisione per realizzare un calcio di rigore, tempismo perfetto per l’inserimento dalle retrovie.

11904724_10204415979256001_6365217400949310302_n

A margine della gara, gli amici hanno consegnato a Baccellieri una targa ricordo. Con l’augurio, pressochè una certezza, che vedremo ancora Francesco protagonista su quel rettangolo verde in una nuova veste.

Domenico Meduri