Home Bundesliga Amburgo ancora in salvo. L’orologio continua a ticchettare

Amburgo ancora in salvo. L’orologio continua a ticchettare

0
0

imgresdi Domenico Verduci – Per il secondo anno consecutivo, l’Amburgo si salva al termine dei play-out. Dopo l’1-1 dell’andata, la squadra allenata da Bruno Labbadia acciuffa lo stesso risultato al 91° sul campo del Karlsruher grazie a Diaz e, ai tempi supplementari, trova il gol-vittoria con Muller al 115°.

L’Amburgo rimane, quindi, in Bundesliga confermandosi l’unica società a non essere mai retrocessa dal 1963 (anno di nascita della massima competizione tedesca) ad oggi. All’Imtech Arena il tempo può continuare a scorrere sul particolare orologio che segna gli anni, i giorni, le ore, i minuti e i secondi passati dal momento in cui l’Amburgo gioca ininterrottamente in Bundesliga.